Siamo fondatori dell’ unico movimento che rivendica la sovranità del popolo siciliano, diritto di Autogoverrno e Autodeterminazione ,così come scritto nella Carta dell’O.N.U. all’art.1,che così recita: “tutti i popoli hanno il diritto di determinare liberamente il proprio status politico,al fine di perseguire il loro sviluppo economico, sociale e culturale”; il diritto del popolo siciliano a liberarsi dal dominio italiano che lo opprime e degli altri Stati speculatori, chiediamo il riconoscimento dell’ O.N.U. in qualità organizzazione di rivendicazione di diritto internazionale, denominata “MOVIMENTO DI LIBERAZIONE NAZIONALE DEL POPOLO SICILIANO“, per potere agire nella piena legittimazione del popolo siciliano come è previsto dall’art. 96.3 del Primo Protocollo di Ginevra del 1977....(continua a leggere CHI SIAMO)

Si sì sicilanu ni po sustiniri accussi:

Se sei Siciliano ci puoi sostenere così:

  • Scriviti a nosra Anagrafi
  • Si poi u riteni e ni voi dari na manu economica ni po lassari na lisma i catta, ncafè o chiddu ca voi co pulsanti a to desra
  • Vieni ai nostri Convegni, ascolta il nostro progetto, (Prossimi Convegni/Eventi)

  • NEWS


    Buona Pasqua solidale

    Il Movimento di Liberazione augura una Buona Pasqua a tutti i Siciliani e non, a tutti i Popoli che ancora oggi sono dominati, in particolar modo buona Pasqua e solidarietà a tutti i patrioti Veneti che ancora sono in carcere, a coloro che hanno ottenuto i domiciliari o la libertà e alle loro famiglia, buona pasqua solidale anche a tutti i Patrioti della propria Nazione, e le loro famiglie, che oggi passeranno questo giorno in carcere, per le loro idee di libertà del proprio popolo dopo aver combattuto il loro Governo colonizzatore… Buona Pasqua anche a tutte le persone umili e leali che ci sono nel mondo.

    An.Tu.Do.
    Toti Passaniti -Pubbliche Relazioni
    Rosa Cassata – Presidente MSLN

    Il MUOS e non solo!!!

    • Che cos’è il MUOS?

    Il Mobile User Objective System (MUOS) è un sistema di comunicazioni satellitari (SATCOM) ad alta frequenza (UHF) e a banda stretta (non superiore a 64 kbit/s) composto da quattro satelliti e quattro stazioni di terra, una delle quali è stata terminata a fine Gennaio del 2014 in Sicilia, nei pressi di Niscemi. Il programma MUOS, gestito dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, è ancora nella sua fase di sviluppo e si prevede la messa in orbita dei quattro satelliti tra il 2010 ed il 2014. Il sistema MUOS integrerà forze navali, aeree e terrestri in movimento in qualsiasi parte del mondo e ha l’obiettivo di rimpiazzare l’attuale sistema satellitare UFO (Ultra High Frequency Follow-On). (Wikipedia)

    Continue reading “Il MUOS e non solo!!!” »

    «Vogliono spaventarci, ma gli indipendentisti RESISTERANNO»

    «Mai più “fratelli d’Italia”, per sempre “fratelli di cuore”». Tra gli indagati per “terrorismo” nell’indagine che ha colpito gli indipendentisti veneti e lombardi c’è anche lei, Rosa Cassata, leader del Movimento Siciliano di Liberazione Nazionale. Le notizie ufficiali hanno parlato del coinvolgimento di indipendentisti sardi di cui Felice Pani, arrestato e Doddore Meloni, indagato, ma degli indipendentisti siciliani non hanno detto nulla. Silenzio. Eppure anche il popolo siciliano è stato colpito dall’inchiesta della magistratura bresciana. A farne le spese è proprio Rosa Cassata, veterinaria di Messina, da sempre impegnata in politica, anche attraverso contatti internazionali tra popoli in cerca di indipendenza dai relativi Stati. Rosa si è vista, alle cinque di mattina, arrivare i carabinieri in casa a sequestrarle due telefoni
    cellulari e il computer. «Con dentro tutti i miei contatti di lavoro», denuncia. Sto ricostruendo, a fatica, numeri indirizzi che mi servono per poter lavorare». Continue reading “«Vogliono spaventarci, ma gli indipendentisti RESISTERANNO»” »

    Costituito il MSLN

    In data 26 Febbraio 2014, e’ stato costituito, per volonta di alcuni patrioti siciliani, il Movimento Siciliano di Liberazione Nazionale (MSLN) ai sensi dell’art. 96.3 del primo protocollo di Ginevra del 1977 e art. 1 della carta ONU. IL MSLN prende ufficialmente le distanze da quanti, sui diversi social network, utilizzano forme ed espressioni non coerenti con le linee guida del nostro movimento.

    SICILIA DA ISOLA DI PACE A PIATTAFORMA DI GUERRA

    La Sicilia, da isola smilitarizzata, così come previsto dal trattato di Parigi del 1947, oggi vanta un gran numero di basi ed installazioni militari U.S.A. e N.A.T.O.  Praticamente una piattaforma militare nel Mediterraneo.

    Sigonella [Ct]. Principale base terrestre dell’Us Navy nel Mediterraneo centrale, supporto logistico della Sesta flotta [circa 3.400 tra militari e civili americani ]. Oltre ad unità della Us Navy, ospita diversi squadroni tattici dell’Usaf: elicotteri del tipo HC-4, caccia Tomcat F14 e A6 Intruder, gruppi di F-16 e F-111 equipaggiati con bombe nucleari del tipo B-43, da più di 100 kilotoni l’una.
    Continue reading “SICILIA DA ISOLA DI PACE A PIATTAFORMA DI GUERRA” »

    I cittadini italiani non esistono. Altro che Unità…. La verità nei geni

    Una ricerca dell’Università di Roma, La Sapienza, analizza il dna di 57 popolazioni locali e scopre che la differenza di “patrimonio” tra un sardo e un abitante delle Alpi è maggiore di quella tra un ungherese e un portoghese, distanti migliaia di chilometri. E che il ceppo italico non esiste: lo Stivale è da sempre un porto di mare per le genti. Gli effetti del Risorgimento e del Paese unito non si vedono ancora nella popolazione. La nostra struttura genetica è figlia del Medioevo.. E sulla “razza padana”…

    Continue reading “I cittadini italiani non esistono. Altro che Unità…. La verità nei geni” »

    MA GUAI A CHI TRADISCE!

    Ma guai a chi tradisce! Il passato sarà dimenticato, non l’avvenire. Da questo istante, prenderemo nota del comportamento di ciascuno.

    Guai però, ripetiamo, a quel siciliano che con le parole o con gli scritti o con le azioni si azzardi ad ostacolare, anche in minima parte, il movimento di liberazione! La nostra giustizia, presto o tardi, lo raggiungerà inesorabilmente.

     

    Antonio Canepa

    Dicembre 1942

    LA SICILIA HAVI UN PATRUNI

    La Sicilia havi un patruni un patruni sempri uguali ca la teni misa ncruci e cci canta u funerali.

    La Sicilia havi un guvernu un guvernu ’taliànu cu la furca a lu capizzu e la corda nna li manu.

    La Sicilia havi una patria chi la stringi nta li vrazza ma nzammài dumanna pani finci dallu e tannu ammazza.

    La Sicilia è spupulata un disertu ogni paisi vecchi e cani nta li strati picciriddi scàvusi misi.

    Li picciotti sunnu fora ca li vrazza l’hannu sani ma lu patri ’taliànu si vinniu p’un pezzu di pani.

    La Sicilia è addummisciuta dormi u sonnu di li morti ed aspetta mentri dormi chi canciassi la so’ sorti.

    Ma la sorti nun è ostia un è grazia di li santi si conquista cu la forza nta li chiazzi e si va avanti.

    Povira terra mia comu si po’ campa’.( R. Balistreri 1927-1990 )

    ANTONIO CANEPA: INTELLETTUALE E GUERRIGLIERO.

    Antonio Canepa , il Professore Guerrigliero, fondatore e comandante dell’ E.V.I.S., trovò la morte in circostanze mai realmente chiarite a Murazzu Ruttu  ufficialmente il 17 giugno del 1945 , poi dimenticato dalla storia, rappresenta per gli indipendentisti il riscatto della nostra memoria e della nostra libertà.

    Figura carismatica dell’indipendentismo siciliano, sin dall’inizio, rappresentò l’ala sinistra del  progetto indipendentista e con tale orientamento, nel dicembre 1942 pubblicò l’opuscolo La Sicilia ai Siciliani divenuto il manifesto politico della sua ‘idea di separatismo siciliano, in quanto egli riteneva , a ragione, che l’indipendenza siciliana fosse il mezzo per l’emancipazione delle classi popolari.

    Nella sua La Sicilia ai Siciliani egli afferma che “la Sicilia si è trovata male sotto qualunque governo che non fosse siciliano. E si è trovata malissimo sotto il governo italiano. E si è trovata ancora peggio, peggio che mai, sotto il governo fascista”, e conclude affermando “Non si può continuare come per il passato. Per noi siciliani è questione di vita o di morte. Separarci o morire”.
    Continue reading “ANTONIO CANEPA: INTELLETTUALE E GUERRIGLIERO.” »